Gran Premio Industria & Artigianato di Larciano

E’ mancato l’acuto alla Wilier Triestina – Selle Italia che ha offerto una prova comunque ampiamente sufficiente in quella che è da considerarsi la corsa di casa, il Gran Premio Industria & Artigianato di Larciano.

Corsa ad alto ritmo con una fuga iniziale che vedeva protagonista Ilia Koshevoy partito assieme ad Amici, De Bondt, Vincent, Zana, Puccioni e Mathis per un tentativo che ha raggiunto al km 60 il vantaggio massimo di 4’27”.

Entrati nel circuito della salita del Fornello, da ripetere quattro volte, i fuggitivi si spaccavano con Koshevoy che perdeva le ruote dei migliori lungo il secondo dei quattro passaggi mentre Vincent e Amici venivano ripresi nella tornata successiva.

Il terzo giro vedeva quindi l’attacco di Cesare Benedetti, Giovanni Visconti e Davide Ballerini i quali approcciavano il Fornello con un vantaggio di 15″ all’ultimo giro, un distacco troppo esiguo perchè l’azione potesse avere buon fine.

Il gruppo si spaccava ed erano bravi Alex Turrin ed Edoardo Zardini a scollinare nel ridotto drappello di testa da cui partiva a inizio discesa Matej Mohoric.

Lo sloveno riusciva nel suo intento e andava a vincere con Alex Turrin che chiudeva al 13° posto la volata del gruppo inseguitore mentre Zardini era 19°.

Il prossimo appuntamento sarà dal 7 marzo la Tirreno – Adriatico

ORDINE D’ARRIVO

1 Matej Mohoric
2 Marco Canola 3″
3 Davide Ballerini 11″

13 Alex Turrin
19 Edoardo Zardini
41 Matteo Busato 1’24”
60 Miguel Eduardo Florez 3’54”
70 Filippo Pozzato 8’04”
83 Jacopo Mosca 8’19”
DNF Ilia Koshevoy

Condividi