Raccontare storie di luoghi e persone, viaggi in solitaria e di gruppo, speranze, sogni, attese soddisfazioni e delusioni.

Una famiglia non è poco

Una mia giovane amica un anno fa citò queste parole:

Un padre disse al proprio figlio:
Fai attenzione a dove metti i piedi
Il figlio gli rispose: Fai attenzione tu! .. Ricorda che io seguo i tuoi passi.

Lei si chiama Nicole D’Agostin e la foto che ho condiviso in evidenza l’ho scattata io.

Mi vengono in mente tanti ragionamenti, tante domande da porre e da pormi, una tra tutte: quanto è importante un papà e una mamma per il presente e futuro dei giovani?

La risposta è una sola: TANTO, TANTISSIMO. Sia una famiglia che ti sostiene, quanto una che ti ignora, segnano indelebilmente la tua personalità, la tua essenza, il tuo presente e il futuro.

La foto di Martina Fidanza con la Mamma non necessita di commenti, è evidente che uno sguardo, una carezza sono l’emblema di un ottimo rapporto, di una intesa, di una unione indissolubile.

Nicole che, dopo la vitoria a Breganze nel 2017, appoggia la bici e corre verso Loris, il padre, e gli salta letteralmente in braccio stringendolo forte, non è certo finzione ma solo gratitudine, amore tra figlia e padre, tra padre e figlia. Una ragazza che riconosce nel padre il suo punto di forza, il pilastro che la sostiene. Lui l’accoglie e la stringe forte, lei lo ringrazia dando il massimo e, in questo caso, tagliando il traguardo davanti a tutte.

Tonina e Paolo Pantani? Due genitori fantastici che ho il piacere di conoscere. Due persone semplici che non si danno pace per difendere il figlio da una ingiustizia senza fine. Marco, amato da migliaia di persone ancora oggi, persone che si organizzano in Fan Club, che si iscrivono all’ASD Amici di Marco Pantani e che non smettono mai di citarlo sui social.

Genitori straziati dal dolore come i famigliari di Michele Scarponi, scomparso solo un anno fa. Famigliari che non dimenticheranno mai i loro cari ma, in un certo senso fortunati, perché quel dolore immenso lo condividono con migliaia di persone che si stringono a loro, cosa che non accade a persone meno note.

Non posso non parlare di Claudia Cretti, che poco meno di un anno fa è stata vittima di una bruttissima caduta al Giro D’Italia Pink 2017, sembrava veramente in condizioni disperate. La mamma e il papà, partiti da Bergamo per raggiungere Benevento, dentro di loro pensavano al peggio ma una volta giunti in ospedale e vista la figlia attaccata alle macchine, non hanno mai smesso di credere che ce l’avrebbe fatta.

Momenti drammatici, dolore immenso ma ad ogni piccolo segno, ad ogni battito di ciglio la fede e la fiducia crescevano e l’amore sfociava in speranza e in ringraziamento. Con l’aiuto della famiglia ora Claudia sta meglio, sta bene ed è ritornata in bici. Un incidente meno grave è accaduto a Giulia Bonaguro solo pochi giorni fa, ma sufficientemente forte da farle capire ancora una volta il valore e l’importanza di avere un Papà ed una Mamma uniti e accanto a lei.

Ragazzi e ragazze, non date tutto per scontato quello che papà e mamma fanno per voi perché non lo è.  E’ vero che chi ama non si aspetta nulla, che l’amore “nulla chiede ma tutto da”, ma un sorriso o un gesto, come hanno fatto e fanno queste ragazze, è linfa per il cuore.

I miei genitori mi hanno voluto bene ma non mi hanno assecondato nelle mie virtù, nelle mie passioni.

Sono andato avanti lo stesso ma il vuoto, quel vuoto lo sento ancora oggi che qualche annetto l’ho maturato.

W la Famiglia

Condividi