Raccontare storie di luoghi e persone, viaggi in solitaria e di gruppo, speranze, sogni, attese soddisfazioni e delusioni.

Giro101 la formazione Wilier Triestina

Proprio in queste ultime ore è stata resa nota la formazione Wilier Triestina Selle Italia che parteciperà al 101° Giro d’Italia.

21 tappe, 3562.9 chilometri totali, 169.7 chilometri media per tappa, 2 tappe contro il tempo, 7 tappe per velocisti, 6 tappe media difficoltà, 6 tappe ALTA DIFFICOLTÀ; questi sono i numeri del giro 2018.

Altra grande novità è che si partirà da Gerusalemme, prima assoluta per questa competizione senza eguali.

Dopo la Bardiani CSF, l’Androni Giocattoli anche la Continetal Professional di San Baronto svela le sue carte.

Sarà l’ultima corsa rosa per il capitano Filippo Pozzato ( Sandrigo 10/09/1981) che a fine stagione chiuderà la sua bellissima carriera da campione.

Il “Maestro” come è stato battezzato dai tifosi annovera  nel suo palmares :

2x vittorie al Tour de France (2004, 2007)
1 Milano – Sanremo (2006)
1 vittoria al Giro d’Italia (2010)
1 Campionato Nazionale (2009)
1 GC Tirreno – Adriatico (2003)
1 Gp Plouay (2013)
1 Omloop Het Nieuwsblad (2007)
1 E3 Harelbeke (2008)
1 Hamburg Cyclassics (2005)

Al suo fianco ci sarà il promettente velocista Jakub Mareczko (Polonia 30/04/1994) che ha sfiorato, per ben due volte, la vittoria al Giro d’Italia  n. 100 piazzandosi al secondo posto dietro al fuoriclasse Fernando Gaviria

A seguire la maglia nera 2017 Giuseppe Fonzi (Pescara 02/08/1991), il forte pistard Marco Coledan (22/08/1988) – tre anni alla TREK Team World Tour, Jacopo Mosca (Savigliano 29/08/1993) – nel 2018 ha vinto la classifica a punti della Tirreno Adriatica.

A seguire, Liam Bertazzo (Este 17/02/1992) – assieme a Marco Coledan lancerà le volate a Mareczko, Eughert Zhupa (Albania 04/04/1990), Edoardo Zardini (Peschiera del Garda 02/11/1989).

Sarà una gara molto impegnativa, l’obiettivo principale sarà quello di conquistare almeno una vittoria di tappa con il velocista Jakub Maresczko e ben figurare ogni giorno.

Jacopo Mosca, l’uomo delle fughe da lontano (252 km solo nella Milano-Sanremo 2018), saprà certamente confermarsi ancora una volta tra i migliori uomini di giornata.

Condividi