Doping alla 9 colli? Paga 50 mila euro

Così cita il regolamento che ogni partecipante firma all’atto dell’iscrizione:

“In caso di positività ai controlli antidoping nella Granfondo Nove Colli, ovvero di positività accertata nei sei mesi successivi la Granfondo, in altre manifestazioni sportive, il concorrente è tenuto a corrispondere al Comitato Organizzatore Nove Colli, a titolo di risarcimento del grave danno arrecato all’immagine dell’evento, la somma di € 50.000,00 (euro cinquantamila/00). Ove appartenente ad una associazione sportiva, quest’ultima sarà solidamente obbligata al pagamento di tale sanzione.

Come avete saputo, un concorrente si è rifiutato di sottoporsi al controllo. Un concorrente è stato trovato positivo al Cera.

Oltre alla salute, rovinate anche il vostro conto in banca e la vostra famiglia… ne vale veramente la pena?

Condividi