E' un luogo di informazione sportiva, sociale, emozionale. Raccontare storie di persone, atleti, grandi imprese, trionfi e delusioni, è la nostra mission. Facciamo informazione, produciamo confronti ideologici.
E' un luogo di informazione sportiva, sociale, emozionale. Raccontare storie di persone, atleti, grandi imprese, trionfi e delusioni, è la nostra mission. Facciamo informazione, produciamo confronti ideologici.

C’è comune e comune

L’Italia è un piccolo Stato con 7903 Comuni.

Il più grande per estensione e Roma con 1287 chilometri quadrati di superficie.

Subito dopo viene Ravenna con 653 mila chilometri quadrati, metà circa di Roma.

Sono solamente 67 i comuni con una superficie superiore ai 250 chilometri quadrati.

584 sono i comuni con una superficie inferiore ai 5 chilometri quadrati.

L’estensione media dei comuni italiani è pari a 37,3 chilometri quadrati.

La norma contenuta nel dpcm del Governo Conte rischia di generare involontari favoritismi.

Come potete ben immaginare, non uscire dai confini comunali è un limite quasi soffocante per un piccolo comune.

Vengono premiate le grandi città.

In queste si può tranquillamente pedalare per più di 100 chilometri senza varcare i confini, ma nella maggior parte dei casi, lo spazio è insufficiente anche per una passeggiata.

Nel contempo si possono affollare i supermercati ma non camminare soli o in coppia, lungo le cime innevate.

Molti comuni si affacciano sul mare e sono pure collinari, altri sono sulle vette, ma nella pianura padana sono immersi nei campi coltivati, intrisi di’umidità nelle sue molteplici forme.

Questa semplice norma crea disparità, disuguaglianza, emarginazione e risentimenti.

Condividi