Raccontare storie di luoghi e persone, viaggi in solitaria e di gruppo, speranze, sogni, attese soddisfazioni e delusioni.

Filippo Ganna, la freccia tricolore

A San Benedetto del Tronto Filippo Ganna, nella ottava ed ultima tappa della Tirreno Adriatico 2020, conquista la prima ed unica vittoria italiana in questa bellissima gara a tappe.

Nella prova contro il tempo vola più veloce di tutti, percorre i 10,1 km in 10 minuti e 42 secondi ad una media di 56,6 km/h, ben inferiore al suo tempo dell’anno precedente.

Ganna batte cosi il record di questa cronometro che apparteneva a Fabian Cancellara.

Filippo Ganna -Ineos, vestito di splendido tricolore conquistato lo scorso 22 agosto a Cittadella, ha messo un accento italiano su una corsa splendida e dominata da Simon Yates.

Primo degli italiani in classifica generale è un bravissimo Fausto Masnada, giunto sesto.

In nona posizione troviamo Gianluca Brambilla Trek-Segafredo.

Solo un buon allenamento in funzione del Giro quello di Vincenzo Nibali, che avrebbe dovuto aiutare Giulio Ciccone in questa competizione.

Purtroppo il coronavirus non gli ha permesso di essere al via.

Classifica generale finale

  1. Simon Yates 32h 07’ 34”;
  2. Geraint Thomas a 17”;
  3. Rafal Majka a 29”;
  4. Wilco Kelderman a 56”;
  5. Alexandr Vlasov a 58”;
  6. Fausto Masnada a 1’18”;
  7. James Knox a 1’ 41”;
  8. Michael Woods a 2’12”;
  9. Gianluca Brambilla a 3’02”;
  10. Jack Haig a 3’10”.

E non dimentichiamoci dei luoghi: Camaiore, Saturnia, Norcia, Cascia, Castelluccio, Loreto, San Benedetto del Tronto ecc. Posti fantastici ben ripresi dalle telecamere della RAI. Che dire? Visitateli, gustateveli, godeteveli, l’Italia ha le meraviglia a portata di mano. Io ho percorso 600 chilometri in giornata per un bagno a Porto Recanati e una visita a Loreto in piena tappa.

Condividi