Raccontare storie di luoghi e persone, viaggi in solitaria e di gruppo, speranze, sogni, attese soddisfazioni e delusioni.

Jacopo Mosca e Trek-Segafredo in ritiro sul San Pellegrino

Jacopo Mosca, poco più di un anno fa era senza squadra nonostante le ottime prestazioni nel 2018 con il team Wilier Triestina.

A fine gennaio 2019 viene arruolato dalla professional D’Amico grazie alla quale ha potuto continuare il suo sogno/realtà.

Il colpo di scena, aggiungo stra meritato, è avvenuto nei primi giorni di agosto 2019 con la chiamata da parte di Trek Segafredo, il team che dal 2020 ha come capitano per i grandi giri Vincenzo Nibali.

In questi giorni Jacopo è in ritiro sul San Pellegrino assieme ad altri sei compagni tra cui, per l’appunto Nibali, lo squalo. Il Team alloggia al Rifugio Flora Alpina, situato in posizione tranquilla e circondato da un paesaggio fantastico.

La sua stagione inizierà con il trittico Lombardo e poi la Milano-Sanremo.

Mosca è da sempre l’uomo delle fughe, uno di quei corridori consapevole dei propri pregi quanto dei propri limiti e che non si tira mai indietro.

Un uomo, un atleta che non si arrende, un corridore che sa sacrificarsi per la squadra e che lotta costantemente per realizzare il suo sogno.

È di Osasco, un piccolo paese a pochi passi da Pinerolo in Piemonte. Un paese intero tifa per il suo giovane campione.

Ma non sono solo loro a riconoscere in lui un uomo e un atleta di valore. Siamo veramente tanti.

Forza Jacopo

Leggi anche gli altri articoli su Jacopo Mosca cliccando qui.

Jacopo Mosca e Trek-Segafredo in ritiro sul San Pellegrino

Condividi