Strade deserte più che Strade Bianche

Strade deserte più che Strade Bianche

2 0
Read Time:1 Minute, 15 Second

Le Strade Bianche 2021, si correranno domani sabato 6 marzo in una Toscana “Arancione“.

Le fantastiche strade del Chianti, teatro della classica non classica, rimarranno praticamente deserte a causa delle restrizioni dovute alle disposizioni governative messe in atto per contenere la pandemia.

L’hanno scorso la selezione la fece il gran caldo, quasi sempre attorno ai 40 gradi centigradi, partirono in 166 e al traguardo ne arrivarono 42.

Quest’anno il gruppo lascerà la blindata Siena alle 11.40. L’arrivo è previsto tra le 16.14 e le 16.44 in base alla media tenuta durante la giornata.

Nel 2020, in una piazza del Campo chiusa, vinse in solitaria il bravissimo  belga Wout van Aert davanti ad un fantastico Davide Formolo, quarto arrivò Alberto Bettiol. Il terzo posto fu di Schachmann e il quinto di Fuglsang dell’Astana Proteam.

Un anno fa correvo da una parte all’altra del tracciato per posizionarmi in vari punti strategici, mai visto un gruppo così allungato dopo soli 50 chilometri di gara, quest’anno dovrò seguire la corsa dallo studio.

Il meteo AM prevede per domani una giornata nuvolosa ma senza precipitazioni con temperature tra i 9 e i 12 gradi centigradi. Potrebbero esserci tratti esposti al vento forte, anche 34 chilometri orari.

Sarà un’ennesima gara senza pubblico, ovvero senza turismo, con molte spese e poche entrate. L’industria del Turismo sta subendo colpi micidiali in questi mesi, per quanto potrà reggere i colpi ad essa inferti?

Foto e video edizione 2020