GP IA di Larciano 2021, Antonio Tiberi

Bettini Photo
4 0
Read Time:1 Minute, 17 Second

Il primo al traguardo, leggendo l’ordine di arrivo al contrario, è stato Antonio Tiberi (Trek-Segafredo), che ha concluso la prova in 114° posizione in 4:37:55.

Non è uno scherzo, ho voluto guardare anche in coda al gruppo chi c’era, troppo spesso ci si dimentica di questa parte di corsa in cu vi sono uomini che fanno anche più fatica di quelli davanti.

Insieme a Tiberi sono arrivati VELJCO Stojnic (Vini Zabù) e GUERNALEC    Thibault (TEAM ARKEA – SAMSIC).

Lunga è la lista dei ritiri, il percorso per niente semplice, è stato reso ancor più duro dai pezzi da 90 che hanno partecipato a questa edizione: se ne contano una cinquantina di DNF.

Tra loro risaltano MARECZKO Jakub, il velocista della squadra di casa, la Vini Zabù e i suoi compagni FRAPPORTI Marco e BARTOLOZZI Andrea.

Hanno lasciato le ostilità anche Eros Capecchi (BAHRAIN VICTORIOUS), Antonio Nibali (Trek-Segafredo), Manuel Belletti (EOLO Kometa) e Giovanni Visconti (Bardiani CSF Faizané).

Tornando alla cronaca di una giornata molto bella dal punto di vista meteo e agonistico, si segnala l’oramai consueto deserto di pubblico attorno ad una entusiasmante corsa..

La gara si è giocata con una volata a 6 dopo una discesa a tutta velocità lo sprint ha sentenziato: ha vinto VANSEVENANT Mauri, giovane belga della DECEUNINCK – QUICK-STEP, che ha preceduto MOLLEMA Bauke della Trek-Segafredo, LANDA Mikel (BAHRAIN VICTORIOUS), QUINTANA Nairo  (TEAM ARKEA – SAMSIC), SCHELLING Ide (BORA – HANSGROHE) e il primo degli italiani BRAMBILLA Gianluca (Trek-Segafredo).

Articoli consigliati