Otztaler 2021, la più dura

IMG 20210831 WA0006
0 0
Read Time:1 Minute, 26 Second

Domenica 29 agosto si è corsa la granfondo da molti ritenuta la più dura di tutte non solo per il percorso, che annovera 238 chilometri, 5500 metri di dislivello e 4 grandi passi da scalare a tutta. È anche il meteo a renderla per molti impossibile.

Stiamo parlando dell’Otztaler con partenza ed arrivo a Solden, Austria. 

A causa della caduta di alcuni massi, il percorso 2021 della 40a edizione della Ötztaler  è stato modificato: dieci chilometri più lunga e circa 250 metri di dislivello in più rispetto agli anni passati. 

Alla corsa si sono  iscritte più di 4 mila persone ma solo 2754 sono partite, le previsioni meteo hanno scoraggiato molti amatori ma non i rodigini Riccardo Pavanello, Marco Businaro e Roberto Astolfi del team ASD Cycle sport Rovigo e Paolo Fanchini di Villadose. 

Il gruppo ha trovato anche qualche fiocco di neve sul passo Rombo, precisamente all’uscita del tunnel sul versante austriaco. Hanno tagliato il traguardo 2261 corridori tra cui Marco Businaro (in 10 ore 43 minuti e 48 secondi, 239° di cat. 865° assoluto) e Riccardo Pavanello (tempo 10 ore 57 minuti e 27 secondi,  468° di cat,   961° assoluto).

Sono giunti al traguardo bagnati ma felici, stanchi ma soddisfatti
Roberto Astolfi, il più esperto del gruppo rodigino e di questa granfondo, ha dovuto desistere ma l’ha conquistata molte volte in passato, la sua soddisfazione non è da meno.

È uno sport, solo uno sport diranno alcuni, ma richiede impegno, sacrificio, dedizione, e tanta disciplina. 

Sarebbe bello se per tutti fosse una vittoria anche averci provato, una vittoria essere e esserci. Il primo sia come l’ultimo e l’ultimo come il primo. Lo sport non deve dividere i forti dagli scarsi, ma unire i cuori di tutti.

Articoli consigliati