Ganna, van Aert, Evenepoel un podio storico

20210920 113336 scaled
2 0
Read Time:1 Minute, 16 Second

In Belgio il recordmam italiano Filippo Ganna ha battuto tutti e si è confermato campione del mondo.

L’argento è andato a Wout Van Aert arrivato con 5,37 secondi di ritardo.

Remco Evenepoel è giunto 3°, medaglia di bronzo mondiale per lui.

Solo una settimana fa ha conquistato l’argento all’Europeo in linea a Trento e anche il bronzo a cronometro.

E’ vero, Ganna è molto forte, è un fuoriclasse e uno specialista a cronometro, un ottimo gregario, ma che dire dei due belgi?

Che dire del 21enne Remco che, dopo 9 mesi di stop a causa della tremenda caduta allo scorso Giro di Lombardia e dopo un lento recupero, è salito sul podio sia a cronometro che in linea?

A molti non è simpatico, alcuni lo definiscono “sbruffoncello”, di fatto è un giovanissimo professionista under 23 che batte super campioni su vari fronti. Ricordiamoci che non c’è solo il fisico da recuperare dopo un grave incidente o malattia, c’è soprattutto la mente che va riallenata, l’animo che deve gestire il trauma subito.

Non è per nulla facile rimettersi in bici e riprendere a pedalare a tutta soprattutto in discesa dopo quello spaventoso volo.

Remco va forte, van Aert vince su tutti i terreni, nelle gare di un giorno e nelle corse a tappe, su strada e nel ciclocross.

Abbiamo difronte 3 nomi illustri, 3 giovani che hanno molto da dire in questo universo della bicicletta.

Domenica prossima si correrà il mondiale in linea in casa loro, sarà l’ultimo dell’era Cassani come CT, godiamocelo tutto.

Articoli consigliati