FB IMG 1653910007515 Ingironews.it Mosca, Moscon, Moschetti non volano più?

Mosca, Moscon, Moschetti non volano più?

Mosca, Moscon, Moschetti non volano più?

Mentre Gianni Moscon si è appena ritirato dal Tour de France dove non riusciva a rimanere a ruota neanche degli ultimi, Jacopo Mosca sta tentando di recuperare dai postumi di una mononucleosi.

Dopo un lungo recupero, a seguito dell’incidente che l’ha coinvolto al campionato italiano a cronometro del 2021, ha ripreso a correre per poi fermarsi di nuovo al termine del Giro d’Italia 2022.

In questi giorni l’abbiamo visto al seguito del Giro donne, dove ha ben figurato la sua compagna di vita e di team Elisa Longo Borghini.

E Matteo Moschetti? Dopo aver conquistato la 4° tappa Volta a la Comunitat Valenciana  e la 2° tappa all’International Tour of Hellas, non lo abbiamo praticamente più visto. Non lo abbiamo visto partente a nessuno dei grandi giri.

Le più grandi soddisfazioni l’Italia le ha avute quest’anno dalle DONNE e da Vincenzo Nibali e Domenico Pozzovivo che, nonostante non siano più giovanissimi, continuano a volare e ad insegnare il volo ai giovani forse un giorno rampanti.

Giulio Ciccone (TREK-SEGAFREDO) è in panne da un bel po’, dopo una tappa vinta al Giro d’Italia dove ha staccato i compagni di fuga e non i migliori, nulla più. Eccezion fatta per quella conquista importante, per il resto tabula rasa.

Al Tour de France cosa combiniamo? A poche ore dall’inizio della 10° tappa questa è la situazione dei nostri nella generale:

14 CARUSO Damiano Bahrain – Victorious 3:40
50 BETTIOL Alberto EF Education-EasyPost 35:10
52 PASQUALON Andrea Intermarché – Wanty – Gobert Matériaux 37:22
60 VELASCO Simone Astana Qazaqstan Team 40:35
71 CATTANEO Mattia Quick-Step Alpha Vinyl Team 44:14
78 SBARAGLI Kristian Alpecin-Deceuninck 46:46
102 FELLINE Fabio Astana Qazaqstan Team 56:35
115 MOZZATO Luca B&B Hotels – KTM 1:01:47
123 GANNA Filippo INEOS Grenadiers 1:05:05
147 CICCONE Giulio Trek – Segafredo 1:15:22
149 DAINESE Alberto Team DSM 1:18:34
156 BAGIOLI Andrea Quick-Step Alpha Vinyl Team 1:26:20

A parte i velocisti per i quali la Generale non è metro di misura, vediamo anche in questo caso Damiano Caruso – uno dei più anziani del gruppo – essere il migliore degli italiani.

L’altra nota positiva è la prestazione di Simone Velasco, bolognese nato il 2 dicembre 1995. Professionista dal 2016 ha debuttato tra i pro con la Bardiani CSF Faizané. Nel 2018 ha indossato i colori della Wilier Triestina Selle Italia. Nel 2020/2021 ha gareggiato con la Gazprom Rusvelo e, fortunatamente, nel 2022 è stato ingaggiato dall’Astana Qazaqstan Team.

Sappiamo tutti come è andata a finire la Gazprom.

Fin che c’è vita c’è speranza però è azzardato aspettarsi grandi cose anche perché la maggior parte degli italiani scelgono di fare i gregari a vita.

Se anche qualcuno di loro avesse i numeri per vincere non avrebbe però molte possibilità di tentare. Devono tirare a comando e obbedire in cambio di un ottimo stipendio, soprattutto nelle WorldTour.

Alla maggior parte sembra andare bene così.