UAS (droni), 1 gennaio 2024 entra in vigore

UAS (droni), 1 gennaio 2024 entra in vigore
Share News
71 / 100

ENAC dice: «In conformità al Regolamento di esecuzione (UE) 2019/947, dal 1° gennaio 2024 tutti gli UAS (Unmanned Aircraft Systems) che operano nella categoria specifica, compresi gli scenari standard nazionali, dovranno essere dotati di un sistema di identificazione remota attivo e aggiornato, conforme al Regolamento delegato (UE) 2019/945.

Ciò sta a significare che gli UAS dovranno trasmettere informazioni quali ad esempio: il codice operatore, la posizione geografica dell’UAS e la sua altezza di volo rispetto al suolo, la posizione del pilota remoto o, qualora quest’ultima non sia disponibile, il punto di decollo dell’UAS, etc.

Queste informazioni potranno essere rilevate da ogni cittadino tramite un’apposita app per smartphone. Solo le autorità preposte ai controlli potranno invece risalire all’identità dell’operatore.

Lo scopo di questa misura è garantire la sicurezza, la legalità e la privacy nell’uso degli UAS.

«Gli UAS con marcatura di classe C1, C2, C3, C5 e C6 sono già dotati di un sistema di identificazione remota, mentre appositi moduli aggiuntivi potranno  essere installati sugli UAS non ancora dotati di un sistema di identificazione conforme alla normativa applicabile.

L’operatore UAS dovrà caricare sul modulo del sistema di identificazione remota il proprio codice operatore, ricevuto all’atto della registrazione sul portale D-Flight.

Per maggiori informazioni, è possibile consultare il sito EASA ».

ATTENZIONE! Quanto riportato di seguito è frutto di uno studio delle normative vigenti con lo scopo di chiarire le idee ad utenti meno esperti, non ha alcun valore di legge né può in alcun modo sostituire le stesse consultabili sul sito D-flight e/o ENAC.

Classe C0 e droni minori di 250 grammi (Regolamento Europeo EASA)

EASA- Remote identification will become mandatory for drones across Europe

REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 2019/947 DELLA COMMISSIONE

UAS – EASA https://www.enac.gov.it/sicurezza-aerea/droni

Legenda sigle

UAV = Unmanned Aerial Vehicle (equivalente del APR italiano)

UAS = Unmanned Aerial Sistema (Equivalente del SAPR italiano)
Sistema Aeromobile a Pilotaggio Remoto (UAS): sistema costituito da un aeromobile a pilotaggio remoto senza persone a bordo e dai relativi componenti necessari per il controllo e comando (stazione di controllo) da parte di un pilota remoto.

APR = Aeromobile a pilotaggio remoto è un mezzo aereo a pilotaggio remoto senza persone a bordo.
SAPR= Sistema Aeromobile a Pilotaggio Remoto. Sistema composto da un APR e da una stazione di comando e controllo remota.

CRO = Missioni specializzate Critiche
VLOS= Visual Line Of Sight e indica la condizione di volo a vista, ossia quella in cui il drone è visibile a occhio dal pilota che lo guida in remoto.

SORA= Specific Operations Risk Assessment. È una metodologia di riferimento per l’elaborazione dell’analisi del rischio, necessaria per dimostrare il livello di sicurezza delle operazioni con APR e per il rilascio del permesso di volo.

ANSV= Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo (https://ansv.it/)

MTOM= Maximum Take-Off Mass è un valore che indica la massa massima al decollo compresa una scheda microSD

71 / 100