Storie di atleti

35 articoli

image_pdfimage_print

La maglia nera del Giro 101 è Giuseppe Fonzi: lungimirante

Giuseppe Fonzi, classe 1991, sa il fatto suo. A quasi 27 anni si sa destreggiare benissimo tra giornalisti, cameraman e pubblico. Ha ideato una sua icona, delle bandiere con il suo logo e ha un numeroso fan club. Ad ogni gara saluta il suo pubblico, si fa fotografare con sorrisi evidenti e naturali, è gentile e cordiale con tutti anche con i quattro zampe che incontra. La sua Maya è […]

Condividi

Nicole D’Agostin

Nicole D’Agostin, nata a Conegliano 1.2.1999, è una giovane ciclista su strada al suo primo anno da professionista, infatti milita nella Eurotaget Bianchi Vitasana diretta dall’ex professionista Giovanni Fidanza (leggi l’articolo di Martina – leggi l’articolo di Arianna). Nel 2017 conclude la sua ultima stagione da Juniores con la convocazione al Campionato del Mondo di Bergen con la nazionale azzurra. Sono costanza, impegno e le 4 vittorie di stagione a […]

Condividi

Aru? Non è il tracollo di un campione

Dopo la tappa dello Zoncolan 2018 non parlerei di tracollo per Fabio Aru semplicemente perché non ha mai dimostrato di essere in gran forma quest’anno; ha partecipato a poche competizioni dove è rimasto quasi nell’anonimato. Anche nel 2017 (Team Astana) non si annoverano trionfi e vittorie di prestigio, eccezion fatta per il campionato italiano e per un ottimo 5° posto al Tour de France (vinse una tappa). Non partecipò al Giro […]

Condividi

Giro d’Italia 1914, il più duro di sempre

Che giro quello della 6° edizione tenutasi nel giugno del 1914. In sole 8 tappe, coprirono i 3162 km previsti dagli organizzatori. E’ considerato ancora oggi il Giro più difficile di sempre e il primo in cui la classifica veniva calcolata sui tempi e non sui punti accumulati. Tutte le tappe contavano più di 300 km da pedalare: 1° Tappa Milano-Cuneo 420 km; 2° Tappa Cuneo-Lucca 340,5 km; 3° Tappa […]

Condividi

Assisi dedica un museo ai salvati e a Bartali

Il prossimo mercoledì 16 maggio, ad Assisi, verrà inaugurato il “Museo della memoria” nella nuova location presso i locali del Vescovado di Assisi- Santuario della Spogliazione. Proprio in questo luogo nel 1943 e 1944, l’allora Vescovo Giuseppe Placido Nicolini , vi stabilì il quartier generale di quell’organizzazione clandestina che, durante l’occupazione nazi-fascista salvò la vita ad almeno 300 ebrei. Il Museo inaugurato nel 2011 è una idea della curatrice Marina […]

Condividi

Wouter Weylandt (Mezzanego, 9 maggio 2011)

Esattamente 7 anni moriva sulle strade del Giro d’Italia il campione belga Wouter Weylandt  (Gand, 27 settembre 1984 – Mezzanego, 9 maggio 2011). Era la terza tappa del #Giro94 e si stava percorrendo la discesa del Passo del Bocco, tra Liguria ed Emilia Romagna, quando il velocista belga tocca con la pedivella il muretto di protezione e vola  a terra sbattendo violentemente il capo. Subito le condizioni apparvero gravi e […]

Condividi

Nasce la Fondazione Michele Scarponi

Pochi minuti fa, in quel di Filottrano si è ufficializzata la nascita della Fondazione Michele Scarponi. In occasione della festa di S. Michele, si è firmato davanti al notaio l’atto costitutivo della fondazione che ha quale principale intento: promuovere la sicurezza sulle strade con particolare attenzione verso i ciclisti. Voluta espressamente in primis dai genitori e dai fratelli del campione scomparso solo un’anno fa, il 22 aprile 2017,  sostenuta da migliaia […]

Condividi

Salbutamolo e non solo

Fervono le polemiche intorno a Chris Froome trovato con una quantità di Salbutamolo nelle urine superiore al consentito nella 18° tappa della Vuelta 2017. Il Salbutamolo, sostanza con proprietà bronco dilatatorie, viene utilizzata sotto prescrizione medica da ciclisti professionisti e sportivi in generale sofferenti di Asma o altri problemi respiratori curabili con tale prodotto. La norma antidoping a riguardo afferma quanto di seguito: “Salbutamolo per via inalatoria: al massimo 1600 […]

Condividi

Una famiglia non è poco

Una mia giovane amica un anno fa citò queste parole: “Un padre disse al proprio figlio: Fai attenzione a dove metti i piedi Il figlio gli rispose: Fai attenzione tu! .. Ricorda che io seguo i tuoi passi. Lei si chiama Nicole D’Agostin e la foto che ha condiviso in evidenza l’ho scattata io. Mi vengono in mente tanti ragionamenti, tante domande da porre e da pormi, una tra tutte: […]

Condividi

Giulia Bonaguro colpita da un automobilista

Non sembra proprio fermarsi la sequenza di investimenti di ciclisti sulle strade italiane. Questa volta è toccata alla giovane atleta Giulia Bonaguro della MendelSpeck Top Gas, squadra ciclistica femminile di fama nazionale. Giulia ci racconta che ieri pomeriggio, verso le cinque, è uscita in bici per allenarsi e fermatasi al semaforo rosso ha atteso il verde e quando è scattato  è ripartita per proseguire . In quel momento una macchina […]

Condividi

Gran Fondo Michele Scarponi: vai con la 1° edizione

Domenica 22 aprile, con partenza ed arrivo a Filottrano, si correrà la prima edizione della gara amatoriale dedicata al campione scomparso prematuramente un anno fa. Esattamente la mattina del 22 aprile Michele venne travolto da un furgoncino mentre andava ad allenarsi, infatti era stato appena nominato capitano dell’Astana per il Giro d’Italia numero 100. Rientrato la sera prima dal Tour of The Alps, dove vinse una bellissima tappa, usci di […]

Condividi

Martina ci racconta il papà Giovanni Fidanza

Nell’intervista fatta a Arianna Fidanza (leggi articolo) ho già raccontato in breve chi era  Giovanni ciclista e chi è ora, ovvero il direttore sportivo della Eurotarget-Bianchi-Vitasana.  Dopo aver ascoltato con grande interesse le bellissime parole donateci dalla sorella maggiore ora è più che doveroso porre le stesse domande a Martina, giovane promessa al primo anno tra le Elite. Martina, nata a Bergamo il 5 novembre 1999, non ha perso tempo […]

Condividi

Giovanni Fidanza… ce ne parla la figlia Arianna

Giovanni Fidanza, nato a Bergamo il 27 settembre 1965, come tutti sappiamo è stato un professionista tra gli anni 1988 e 1997, un grande velocista di cui ricordiamo le vittorie più prestigiose ovvero una tappa al Tour de France (1989 – “Aix-les-Bains – L’Isle-d’Abeau”) e una al Giro d’Italia (1990 – “Bari – Sala Consilina”) e in cui vinse anche la “maglia ciclamino” del primato nella classifica a punti. Iniziato […]

Condividi

JACQUES MAYOL, a memoria

Dopo la scomparsa del campione, il mondo della subacquea ricorda la sua carriera e passione per il mare ponendo sui fondali dell’Isola d’Elba una statua a suo ricordo realizzata dal Tenente Sergio Cechet. Proprio davanti alla sua casa nella località Pareti nel comune di Capoliveri, dopo una bella cerimonia alla presenza di tutte le autorità dell’isola e di numerosi campioni (Mazzali, Bandini), l’opera viene calata su un fondale di circa 14 […]

Condividi