Marco Pantani

10 articoli

image_pdfimage_print

C’era chi pagava per non essere controllato

Le cronache passate raccontano delle donazioni fatte a chi effettuava i controlli antidoping. Se c’era, e forse c’è ancora, chi pagava per scongiurare un controllo, probabilmente c’era pure chi si faceva pagare per controllare Tizio piuttosto che Caio. Se poi ricordiamo che l’Italia è la prima nazione in Europa per livello di corruzione e 69° nel mondo, e quasi naturale pensare che sia solo una questione di prezzo. Forse, ripeto […]

Condividi

All’asta i beni Pantani

Sta per accadere quanto si temeva. I beni di proprietà della Famiglia Pantani esposti nelle stanze della sede della Mercatone Uno ad Imola andranno all’asta. Questa è l’ipotesi più probabile. L’azienda è in grandi difficoltà finanziarie e il curatore vende il vendibile. Circa 40 sono i pezzi riconducibili al campione romagnolo. Furono donati da Fausto Pezzi, figlio di Luciano Pezzi patron del team, al titolare della Mercatone Uno Romano Cenni. […]

Condividi

Cesenatico in festa

La città del porto canale, del mare, del Pirata, con le sue barche caratteristiche allestite a Presepe. La grande folla chiassosa avanzante su entrambe le sponde sino ai fanali di ingresso al porto. Le lussuose auto davanti al Grand hotel Cesenatico e al Da Vinci. Tra un aperitivo ed un caffè si attende la sera. Tutto è pronto per salutare l’anno che verrà è per ricordare l’anno che va a […]

Condividi

Era il 1994 – Marco Pantani, la mia prima volta

Era fine maggio del 1994 quando io e Caterina volavamo a nozze. Ci sposammo il 28 e il 29 partimmo per Creta dall’aeroporto Valerio Catullo di Verona. Al nostro ritorno, una settimana dopo, ci venne a prendere un suo zio che abita a Villafranca; era in estasi per l’impresa del giorno prima di un semisconosciuto gregario di Chiappucci. Ci parlava di Pantani, Marco Pantani che aveva battuto tutti il giorno […]

Condividi

“In Fuga” di Davide De Zan

Davide è giornalista e conduttore televisivo; ha “debuttato” su Telemontecarlo e ora lavora per Mediaset. Ha seguito per tanti anni, come inviato, il Giro d’Italia, il Tour de France, le Grandi Classiche e le Olimpiadi.

Condividi

E poi, e poi… Adriano De Zan

Chi non ricorda quel “E poi … e poi…” pronunciati dal grande cronista televisivo del ciclismo Adriano De Zan quando elencava i nomi dei ciclisti che superavano la linea del traguardo? Ho iniziato a seguire il questo sport che avevo appena sei anni, si mi piaceva il calcio come tutti ma mi interessava di più la bicicletta, quella con il manubrio ricurvo, quella da corsa. Forti in bici ci si […]

Condividi

Damiano Cunego, l’ultimo atto.

Damiano Cunego  (Verona, 19 settembre 1981) terminerà la sua lunga carriera da professionista con il Campionato Italiano del 30 giugno prossimo, è lui stesso a comunicarlo sui social: “Tour de Suisse; Adriatica Ionica; Campionato Italiano – Mi sto allenando per queste ultime gare, dopo di che, per quel che riguarda la performance ed il numero attaccato sulla schiena … è finita per davvero!!! E tempo di trasferire la mia grinta […]

Condividi

Una famiglia non è poco

Una mia giovane amica un anno fa citò queste parole: “Un padre disse al proprio figlio: Fai attenzione a dove metti i piedi Il figlio gli rispose: Fai attenzione tu! .. Ricorda che io seguo i tuoi passi. Lei si chiama Nicole D’Agostin e la foto che ha condiviso in evidenza l’ho scattata io. Mi vengono in mente tanti ragionamenti, tante domande da porre e da pormi, una tra tutte: […]

Condividi

Gran Fondo Michele Scarponi, luoghi incantevoli

La Granfondo dedicata al campione scomparso solo un anno fa inizia con una tappa di trasferimento in auto che mi porta dal Veneto alle Marche. Lasciata l’autostrada A14, ad Ancona Nord, proseguo in direzione Jesi per poi salire a Filottrano tra paesaggi incantevoli che traspirano primavera ovunque. La strade sono in perfetto stato, solo un mese fa erano ben diverse, probabilmente perché a maggio passerà la carovana del Giro d’Italia […]

Condividi

Marco Pantani, 10 anni dopo

Cosa c’è di meglio di raggiungere Cesenatico in bicicletta  percorrendo le salite dell’appennino romagnolo ove si allenava il campione scomparso proprio 10 anni fa in un hotel di Rimini? Fatica e sudore, sacrifici e impegno sia mentale che fisico e fusione con la natura circostante, questo è in primo luogo il ciclismo. Ci sono due popoli attaccati allo sport, quello dei tifosi e quello degli sportivi. Il primo quasi sempre […]

Condividi